Dopo l’intevento del “giovane turco” del PD Matteo Orfini al Manifesto e la risposta di Vendola sull’Huffingtonpost ho letto nei vari social network molte reazioni da parti di compagne e compagni di SEL.

Proviamo a rileggere alcuni brani di riportati nelle due interviste.
(quella di Orfini la trovate qui)

Orfini dichiara: “…non ha più senso mantenere le divisioni di una volta. Le ‘due sinistre’ riconoscono nel campo dei socialisti e democratici europei un punto di riferimento: possiamo ragionare su qualcosa di nuovo che unisca le sinistre e costruisca un rapporto con quelle forze che hanno vinto fuori dagli schemi tradizionali, da De Magistris a Pisapia a tutto quel mondo civico che gira intorno al centrosinistra? È l’occasione del prossimo congresso del Pd: anziché che una conta fra aspiranti leader, facciamone un momento in cui sanare la frattura della sinistra e contribuire a offrire al paese qualcosa di nuovo, forte, credibile.”
Il “compagno” Orfini dimentica  però due cose fondamentali:
1) è vero che anche in SEL si propone da piu’ parti l’adesione al PSE (io stesso ne sono sostenitore a patto che sia un’adesione non acritica, da sinistra e democraticamente condivisa dal partito) Orfini però dimentica che il PSE non è il campo dei “democratici e socialisti” ma solo dei socialisti.
Il termine  “Democratici e Socialisti” è usato solo al Parlamento Europeo per definire il gruppo parlamentare dei partiti socialisti e socialdemocratici che una volta era piu’ semplicemente definito “Socialisti europei”. Il cambio di denominazione fu concesso su richiesta del PD perchè l’ala liberale ed ex democristiana (diciamo le cose come sono veramente) non sarebbe mai entrata in un gruppo esclusivamente socialista. Una concessione fatta per non obbligare il PD alla solitudine di un gruppo a se stante.
Orfini dimentica anche che il PD NON è membro del PSE e neppure dell’Internazionale Socialista.
Dunque mi chiedo di quale riconoscimento parla Orfini ?
Se una delle “due sinistre” è SEL, l’altra qual’è ? Quella di Orfini o quella di Letta e Franceschini ?
Preso atto dei principi politici espressi nel progetto e nei documenti ufficiali probabilmente SEL è molto piu’ vicina al PSE di quanto ne sia oggi il PD.

2) De Magistris a Napoli e Pisapia a Milano sono stati eletti anche con il sostegno di quella sinistra che piu’ avanti nell’intervista lo stesso Orfini sembra liquidare come inesistente. (un’inesistenza fatta però di un solo punto percentuale di distanza da SEL: 3.2% SEL e 1.9% Rivoluzione Civile). Inutile ricordare che a Napoli, come a Palermo, il PD ha perso contro candidati non suoi e sostenuti dalla sinistra cosidetta “radicale”.

Il punto però centrale è stato il seguente: “Ragioniamo su come il Pd possa diventare il luogo in cui tutto questo si incontra, cambia la qualità dell’offerta politica. E si lavora tutti insieme a ridefinire una forza che vuole essere il futuro del paese. Faremmo del Pd il partito che chiude davvero la seconda Repubblica e apre la Terza.
Il Manifesto ha tradotto il tutto con un invito di confluenza di SEL nel PD.

Vendola risponde a questo invito in un’intervista all’Huffingtonpost.it che trovate qui.

Molti compagni e compagne hanno reagito comunque male a questa intervista ma probabilmente più sulla scia di sentimenti pregressi che su quanto realmente affermato da Vendola.
Personalmente, lo sanno quelli che hanno seguito i miei post su questo blog, sono fortissimamente critico verso la gestione dell’attuale gruppo dirigente SEL, ma questa volta ritengo le critiche a Vendola non supportate da elementi concreti.

Vendola afferma: “Non c’è confluenza o una fusione a freddo, ma un problema che riguarda la natura e i nodi da sciogliere sulla natura del Pd. E poi ci sono le questioni di una formazione come Sel che non punta all’autosufficienza, ma alla costruzione di un luogo grande, che consenta non solo di dare casa a tutte le sinistre, una casa popolare, innovativa, accogliente e plurale ma che consenta il rimescolamento di tutte le culture politiche, una felice convivenza del riformismo e del radicalismo e il duplice superamento, da un lato, del radicalismo massimalista e testimoniale, e dall’altro, di quel riformismo che ha rappresentato la resa culturale della sinistra.”

Si riafferma dunque una posizione autonoma e un percorso che e’ quello a cui noi critici facciamo riferimento come linea da seguire per coerenza con i documenti fondativi.
Scomporre e ricomporre la Sinistra al fine di costruire una nuova forza popolare “radicalmente riformista” o, come preferirebbe Riccardo Lombardi, radicalmente “riformatrice”.

Per fare questo però dobbiamo non solo guardare a quella parte di PD piu’ vicina al socialismo continentale, ma si deve guardare a 360 gradi includendo nella discussione anche l’area che ha fatto riferimento all’esperienza di Rivoluzione Civile e ancora di piu’ a quella Sinistra diffusa che probabilmente in buona parte ha scelto Grillo come elemento di rottura e che ora sicuramente si e’ gia’ pentita di quella scelta.

Per riassumere, Orfini (come molti nel PD) considera SEL un utile strumento di lotta politica interna per controbilanciare l’offensiva anti bersaniana della parte piu’ conservatrice, liberista e renziana del suo partito.
Mi piacerebbe però dire a Orfini e ai suoi “giovani turchi” che SEL non farà la fine degli Armeni massacrati nella Turchia del primo novecento.
SEL non concluderà il suo percorso politico dentro il PD perchè i militanti di SEL sono davvero di sinistra, antiliberisti e alimentati dal quel socialismo egualitario e solidale fonte unificante per quella nuova Sinistra che vogliamo. Il PD oggi è lontano mille miglia da tutto questo.

Concludo questa breve riflessione con qualcosa che davvero mi ha inquietato nell’intervista di Vendola: “Considero Renzi un valore aggiunto del centrosinistra.”
Renzi un valore aggiunto ? Come rivenditore di camper sicuramente !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...